sabato, Dicembre 3, 2022
HomeCapelliCome Schiarire i Capelli in Casa? La Guida Definitiva

Come Schiarire i Capelli in Casa? La Guida Definitiva

Alcome-schiarire-i-capelli-in-casameno una volta nella vita, a tutti viene voglia di cambiare un po’ il colore dei capelli.

Ed è proprio in quel momento che vi ricorderete di aver letto quella guida su come schiarire i capelli in casa, e ringrazierete voi stessi per averla letta!

Per voi che amate cambiare, in questo articolo vi insegneremo come schiarire i capelli a casa: i prodotti must have, i metodi per non rovinarli e tutto ciò che dovete assolutamente sapere.

Che vogliate un colore acceso, o cambiare stile in modo naturale, potete contare su di noi.

Pronti? Cominciamo!

Le cose che dovete assolutamente sapere prima di schiarire i capelli

Se volete imparare come schiarire i capelli a casa, prima di passare alle spiegazioni pratiche è necessario imparare un po’ di teoria. Non preoccupatevi: sono piccole informazioni necessarie a non rovinarvi i capelli quando provate a schiarire, e che vi metteranno nelle condizioni di procedere con sicurezza e muovervi nel mondo dei prodotti per capelli

Per prima cosa, se avete pensato che per schiarire i capelli servisse semplicemente un tubetto di tinta di un colore più chiaro del vostro, ebbene ci dispiace smentirvi ma non è così. I prodotti per capelli sono numerosissimi, e questo in realtà è un bene, perché significa che per ogni tipo di capello e per ogni colore desiderato esiste una tecnica efficace e allo stesso tempo delicata.

Potreste voler schiarire di pochi toni, e in quel caso dovete imparare cos’è l’ossigeno e, a seconda dei vostri capelli, anche cos’è un tonalizzante. Ma potreste anche voler passare dal castano scuro al biondo, e in quel caso dovreste imparare a usare una magica polverina chiamata decolorante. Facciamo quindi un distinguo tra schiarire e schiarire:

  • Schiarire i capelli di pochi toni: richiede una tinta di un colore più chiaro del vostro (ad esempio da castano scuro a castano chiaro) e dell’ossigeno da mischiare con questa, di almeno 20 volumi, 30 se volete un effetto più acceso (ma vi consigliamo di non farlo se non avete già esperienza);
  • Schiarire da due toni in su: richiede una decolorazione con polvere decolorante e ossigeno da 20, 30 o 40 volumi. Se i vostri capelli sono castani, la decolorazione è l’unico modo per schiarire verso il biondo. Acquistate poi la tinta del colore desiderato, da applicare dopo la decolorazione.

Ma non finisce qui:

  • Capelli molto scuri e opachi: se non volete che quando schiariscono tendano al rossiccio, dovete acquistare una tinta con una punta di cenere. Sono quelle con la “C” o il “.1” alla fine del numero (es: biondo scuro cenere, 7.1);
  • Capelli da ravvivare: bisogna acquistare una tinta con una punta di dorato, sono quelle con la “D” o il “.3” alla fine del numero (es. castano chiaro dorato: 6.3).
  • Per un intervento più radicale: schiarite i capelli con una tinta “neutra” (la riconoscete perché ha “.0” alla fine della cifra) e acquistate un tonalizzante glossy.

Di cosa avete bisogno prima di cominciare

Nel paragrafo precedente abbiamo imparato, dunque, come schiarire i capelli a casa scegliendo i metodi e i prodotti giusti. Ma è solo un tubetto di tinta o una boccetta di ossigeno quello di cui abbiamo bisogno? Ebbene, no! Prendete carta e penna e stiliamo insieme una bella lista di tutti gli accessori di cui avete bisogno per schiarire i capelli a casa come dei veri professionisti. Pronti?

  • Una ciotola per mixare il colore o il decolorante e l’ossigeno: potete utilizzare anche una vecchia tazza a casa, ma le ciotole che trovate nei negozi per parrucchieri hanno anche delle piccole tacche che vi aiuteranno a dosare, e i loro bordi sono pensati appositamente per “spremere” il prodotto dal pennello;
  • Un pennello professionale per stendere la tinta o il decolorante. Ce ne sono di diversi formati. Scegliete il modello medio per una maggiore praticità;
  • Una mantella e dei guanti: a meno che non vogliate trovarvi i vestiti irrimediabilmente rovinati o le mani macchiate. Consiglio: per i guanti, scegliete quelli in lattice ultrasottili. Mentre se pensate di stare scomodi con la mantella prendete uno di quegli impermeabili usa e getta in plastica;
  • Crema protettiva: per evitare di aggredire la pelle intorno al cuoio capelluto. Vanno bene la vasellina o una crema mani;
  • Shampoo, balsamo e crema per capelli decolorati. Vi serviranno a nutrire i capelli dopo il trattamento;
  • Pinzette e un pettine a denti stretti con la coda: indispensabili per dividere la testa in ciocche;
  • Decolorante o tinta, ossigeno, tonalizzante: in base al colore di capelli desiderato.
  • Una cuffia da doccia in cui tenere i capelli mentre i prodotti agiscono.
  • Una boccetta di ossigeno da 10 volumi: in caso dobbiate rimediare al colore.

stendere-la-tinta-o-il-decolorante

E ora, impariamo a schiarire i capelli!

Facciamo un piccolo recap: nella nostra piccola guida su come schiarire i capelli in casa, finora avete imparato che tipo di prodotti scegliere, e di quali accessori non potete proprio fare a meno. È giunto il momento di insegnarvi come schiarire i capelli!

  • Per prima cosa, pettinate bene i capelli ed eliminate quelli caduti. Poi dividete la testa in quattro sezioni tracciando una linea in orizzontale sulla sommità della nuca, e una linea in verticale (la classica “riga in mezzo”). Prendete le ciocche di ogni sezione, arrotolatele su sé stesse, e fissatele con le pinzette.

Un piccolo consiglio: dal momento che nella decolorazione il fattore tempo può essere determinante, prima di procedere vi consigliamo di allenarvi: dividete le ciocche in ulteriori sezioni tracciando linee orizzontali, saranno quelle su cui applicherete poi il prodotto. Vi servirà ad avere un tempo di posa più omogeneo;

  • Applicate la crema protettiva sulla fronte, sulle orecchie e sul retro della testa tutto intorno all’attaccatura dei capelli;
  • Ora indossate i guanti, prendete la ciotola e mixate i prodotti secondo le quantità indicate sulla confezione o nelle istruzioni al suo interno;
  • Indossate la vostra mantella protettiva e… si comincia!
  • Cominciate dalla sezione inferiore sinistra (destra se siete mancini) e applicate il prodotto prima sulla radice e poi sulle lunghezze, senza andare a toccare le punte. Ogni volta che avrete completato una sezione riavvolgete la ciocca e fermatela con la pinza.

Per schiarire i capelli da uno a tre toni

Se la vostra intenzione è quella di schiarire i capelli in modo naturale, quindi solo di qualche tono, una volta che avete applicato la tinta tutto ciò di cui dovete preoccuparvi è di rispettare il tempo di posa. E per un effetto ancor più naturale, applicate un po’ di prodotto in più sulla ciocca che si trova proprio sulla sommità del capo.

Quella è un’area in cui i capelli sono più forti – cioè più spessi – e quindi meno permeabili ai prodotti. Applicando più tinta, vi garantirete un risultato naturalmente omogeneo.

Se volete schiarire da 3 toni in su

Avete optato per schiarire i capelli in modo naturalmente strong? Complimenti! Anche in questo caso, tutto ciò a cui dovete stare attenti è il tempo di posa (oltre che, naturalmente, all’aver applicato i prodotti in modo omogeneo). Occhio a non superarlo mai se volete schiarire i capelli senza rovinarli.

Attenzione: la decolorazione si “blocca” con il freddo. Quando la fate quindi rimanete vicini a fonti di calore o usate il phon con il diffusore sulla cuffia della doccia. Quali che siano i prodotti che avete applicato, una volta finito il tempo di posa risciacquate mettendo la testa sotto l’acqua tiepida, e solo dopo aver eliminato il prodotto applicate una piccola noce di shampoo.

Perfezionare il colore

Se vi state impegnando a schiarire i capelli a casa, probabilmente avrete capito che dopo il primo lavaggio ci sono ancora alcuni passaggi da compiere per perfezionare il colore. Eh già, perché difficilmente si tratterà di un “buona la prima” come quando si scuriscono i capelli o si coprono i capelli bianchi. Vediamo allora quali sono i passaggi, dai più impegnativi alle piccole cure finali.

Se avete decolorato i capelli: è il momento della tinta

Se per schiarire i capelli siete passati per la decolorazione, ora starete sicuramente notando che il risultato è tutt’altro che naturale. Non preoccupatevi: era previsto che fosse così. La decolorazione serve solo a permettere alla tinta del colore che desiderate di attecchire sui vostri capelli che, diversamente, erano troppo scuri.

Quello che dovete fare è asciugare i capelli in modo delicato, e ripetere tutto il passaggio indicato al paragrafo “per schiarire i capelli da uno a tre toni”. In questo caso il tempo di posa, dal momento che non dovrete più schiarire, sarà quello che nella confezione è indicato come “schiarire di un tono” (di solito 20 minuti).

Il trucco da vere pro? Se avete la sensazione che la decolorazione abbia schiarito troppo i capelli e non riuscite proprio a vedervi così chiare, mixate la tinta non con l’ossigeno da 20 volumi, ma con quello da 10. L’ossigeno da 10 volumi, infatti, viene tradizionalmente utilizzato per scurire il colore, e quindi dovrebbe portarvi verso ciò che desiderate.

Se poi continuate a non piacervi, potete ulteriormente correggere con un tonalizzante. Vi spiegheremo come utilizzarlo nel paragrafo che segue.

Attenzione: se avete la possibilità di stare a casa, e volete essere sicuri di schiarire i capelli senza rovinarli, applicate dell’olio protettivo e lasciate passare 24 ore tra la decolorazione e la tinta.

Se avete tinto i capelli: usare il tonalizzante

Se avete deciso di schiarire i capelli a casa con la tinta: complimenti! Avete quasi finito. Ora è il momento di dare un tocco finale al colore utilizzando il tonalizzante. Di cosa si tratta? Di un pigmento particolare che non cambia il colore del capello, ma gli offre una sfumatura particolare e lo rende più corposo e lucido. L’obiettivo è quello di far sembrare i vostri capelli schiariti naturalmente.

I negozi specializzati hanno dei cataloghi appositi dai quali potrete scegliere il tonalizzante desiderato, ovviamente rimanendo nell’ambito del colore della vostra tinta. Potete darvi una sfumatura cenere – assolutamente consigliata, anzi necessaria, se i vostri capelli virano al rosso: l’effetto finale sarà un dorato brillante – ma anche dorata, e addirittura perlacea. Sbizzarritevi!

Il tonalizzante si applica come una crema per capelli e ha un tempo di posa relativamente breve, ma per un effetto più carico potete tenerlo in testa anche più tempo. Assicuratevi di applicarlo in modo uniforme su tutta la testa e di seguire le istruzioni. Inoltre, proteggete l’applicazione usando la cuffia da doccia o avvolgendo la testa nella pellicola trasparente.

tonalità-di-biondo

Un tonalizzante particolare: l’antigiallo

Se vi siete dedicati a schiarire i capelli a casa per ottenere una bella tonalità di biondo, e magari volete un effetto che vi faccia sembrare schiariti naturalmente, e perché no, senza rovinare i capelli, allora dovete fare la conoscenza dell’antigiallo.

Si tratta di un tonalizzante particolare, che contiene al suo interno pigmenti blu. Entra nei pori del capello, e va a lavorare sul giallo troppo intenso contrastando quelle particelle rosse che sono – anche se non le vedete – responsabili dell’effetto poco naturale.

Come il tonalizzante, l’antigiallo può essere tenuto in posa anche oltre il tempo di applicazione, e bisogna stare attenti ad applicarlo su tutte le lunghezze. Attenzione: sia il tonalizzante che l’antigiallo non resistono più di otto lavaggi, quindi dovete prepararvi a circa un’applicazione al mese.

Trattare i capelli dopo la schiaritura: i nostri consigli finali

Se avete già provato a schiarire i capelli a casa, lo saprete sicuramente: dopo tutti questi passaggi, i vostri capelli sono stressati. Lo si percepisce al tatto – anche se dopo il tonalizzante di solito sembrano più setosi – sembrano più sottili e asciugandoli appaiono più crespi.

Questo dipende dal fatto che i trattamenti li hanno disidratati. Cosa fare allora? Per prima cosa, se potete, evitate la piega. Magari potete pensare di schiarire i capelli a casa al sabato mattina, così da avere tutto il week end senza dover fare la piega, e lasciarli riposare. Se l’intenzione è schiarire senza rovinarli, phon caldo e piastra non sono certo i vostri migliori amici in questo momento.

Applicate invece una buona crema nutriente, magari senza risciacquo, un olio protettivo, una buona crema per le doppie punte. Insomma, tutto ciò che può nutrire e proteggere i vostri capelli, meglio se prodotti con ingredienti naturali.

E ora complimenti, i vostri capelli saranno perfetti!

giovanna
Giovanna Costahttps://mirodia.it
Appassionata di cosmesi sin da piccola, tanto da averne fatto il suo percorso non solo di studi, ma anche di vita, a Giovanna Costa dobbiamo nientepopodimeno che l’ideazione di questo blog.

Gli ultimi articoli