sabato, Dicembre 3, 2022
HomeCorpoCome Avere una Pelle Perfetta (anche Viso) - La Guida Completa

Come Avere una Pelle Perfetta (anche Viso) – La Guida Completa

come-avere-una-pelle-perfetta-anche-viso

Avere una pelle perfetta è il sogno di tutti, ma non tutti sanno come curare la pelle del viso.

Una pelle levigata e piena, che non mostri segni di stanchezza e, magari, sia anche luminosa.

Ammettiamolo: invidiamo tutti le persone che sfoggiano una pelle così.

Ma cosa direste se vi dicessimo che, una volta scoperto come avere una pelle perfetta, vi accorgerete che non solo è facile, ma anche divertente e rilassante?

In questo articolo vi offriremo una mini guida per avere una pelle sempre perfetta. I trattamenti, i prodotti e tutto ciò che vi serve per contrastare dai brufoli alle rughe.

La curiosità è alle stelle? Non vi resta che cominciare a leggere!

I problemi della pelle

Prima di spiegarvi come avere una pelle perfetta e imparare come curare la pelle del viso con tutti gli step essenziali, fermiamoci per un momento a parlare dei vari problemi che può presentare la pelle. Come? Non sapete a cosa serve? Beh, dovete sapere, allora, che per ogni problematica esistono prodotti e trattamenti con principi attivi specifici.

Qualche esempio?

  • Chi ha la pelle grassa avrà bisogno di prodotti seboregolatori, che da un lato eliminino – e prevengano la ricomparsa – lo strato oleoso e, dall’altro, non risultino troppo aggressivi sulla pelle, che diversamente reagirebbe producendo ancora più sebo. A queste persone sono consigliate anche maschere specifiche per eliminare le impurità.
  • Prodotti per la pelle completamente diversi sono destinati a chi, invece, ha una pelle che sta mostrando i primi segni del tempo. In questo caso, per essere perfetta, la pelle andrà nutrita con prodotti molto corposi, che offrano un’idratazione e protezione dall’esterno, e stimolino la produzione di collagene dall’interno per un effetto rimpolpato.
  • Tra questi due estremi troviamo poi moltissime varianti: pelle mista, pelle secca, pelle delicata tendente agli arrossamenti, primi segni del tempo e pelli mature. A ciascun tipo di pelle è dedicata una linea specifica di prodotti.

La buona notizia? Cambiano i prodotti, ma non le tecniche per curare la pelle. Quali sono? Scopriamole insieme!

I rimedi per la pelle secca

Lo abbiamo appena detto, la pelle secca non è, di per sé, un problema, ma una macrocategoria all’interno della quale si inseriscono una serie di problematiche, e ovviamente se vi state chiedendo come avere una pelle perfetta, dovete occuparvene. Parliamo di pelle del viso secca quando, ad esempio, toccandola la sentiamo ruvida, quando tira e vediamo che la grana della pelle è piuttosto irregolare, quindi non appare compatta. Esempi di problematiche connesse alla pelle secca sono:

  • Pelle sensibile: che si arrossa facilmente, e che non può stare troppo tempo esposta al sole perché sviluppa subito eritemi. La pelle sensibile richiede una cura ulteriore, perché tende anche a non tollerare i cosmetici più aggressivi, incluse alcune creme idratanti;
  • Invecchiamento precoce: attenzione a voi che ambite a una pelle perfetta, perché la pelle secca va a braccetto con l’invecchiamento precoce. Ciò in quanto l’assenza di idratazione rende la pelle meno elastica, e di conseguenza assai più esposta a quelle rotture che sono non tanto la causa, quanto proprio l’essenza delle rughe;
  • Pori dilatati: eh sì, se pensate che i pori dilatati siano necessariamente connessi alla pelle grassa, sappiate che vi sbagliate. Anche in questo caso, l’assenza di idratazione che è causa di una pelle meno tonica fa sì che i pori siano non solo più visibili, ma anche assai più esposti a sviluppare punti neri.

Come riconoscere una pelle secca? Prendete, a metà giornata, un foglio di carta igienica e premetela sul naso, sul mento e sulla fronte. Se alla fine la carta risulta ancora pulita, la vostra pelle purtroppo è secca.

detergente

Come rimediare?

Se partite da una pelle secca e volete renderla perfetta, ciò che dovete fare è anzitutto scegliere i prodotti giusti. Lo abbiamo appena detto: questo tipo di pelle del viso tende a sviluppare diverse irritazioni. Di conseguenza, dovete assolutamente procurarvi un set di prodotti che siano, allo stesso tempo, delicati e nutrienti.

Utilizzate un detergente a base oleosa, e state lontani dallo scrub e in generale da quegli strumenti di detersione troppo aggressivi, incluso il panno in microfibra – non parliamo della spazzola viso, non dovete nemmeno pensarci – aggiungete al vostro beauty case anche un’acqua micellare per pelli sensibili per i giorni in cui avete addosso molto trucco.

No al tonico, in nessun caso, mentre potreste applicare come cura in più una bruma a base di acqua termale. Infine, via libera alla crema idratante. Le più indicate per la pelle secca hanno ingredienti come le ceramidi e la vitamina E, che nutrono la pelle in profondità. Attenzione anche a che sia presente un filtro solare, perché questo tipo di pelle, come avrete capito, è più esposta alle aggressioni.

pelle secca

I rimedi per la pelle grassa o mista

Ed eccoci al tipo di pelle che tutti pensano di avere. La pelle grassa o mista è così diffusa che anche chi ha una pelle secca, vedendosi magari un piccolo brufolo, si convince di soffrire di questo problema. Il risultato? Una perfetta catastrofe, con l’acquisto di prodotti assolutamente non adatti. Ma procediamo con ordine e andiamo ad analizzare tutte le problematiche connesse alla pelle grassa o mista:

  • Sviluppo di punti neri, brufoli e comedoni: la pelle grassa o mista si caratterizza per un eccesso di sebo, ed è per questo che è la più temuta da chi desidera una pelle perfetta. Questa over produzione di sebo, infatti, porta a sviluppare molto più facilmente i classici inestetismi del viso;
  • Pelle lucida: orrore, triplo orrore! Chi non ha mai sofferto di questo problema è davvero benedetto dal destino. Si tratta di quel brutto effetto lucido che si forma sulla punta del naso, ma anche nella parte centrale della fronte e delle guance e sul mento. Fa durare meno il trucco e i profumi, e crea una perfetta idea non solo di trascuratezza, ma anche di sporco. Insomma, decisamente brutta a vedersi;
  • Invecchiamento precoce: eh sì, anche in questo caso, si rischia di mostrare i segni del tempo con fin troppo anticipo. La ragione? Chi ha la pelle grassa tende a fare una detersione – parliamo sia di prodotti che di tecniche – troppo aggressiva, che a lungo andare incide sul tono della pelle.
  • Effetto rebound: è l’incubo di chi acquista un nuovo prodotto che, rivelandosi troppo aggressivo, porta la pelle a sviluppare ancora più sebo. Il risultato? Si acquista un detergente per eliminare i punti neri e ci si ritrova con dei grossi brufoli rossi.

Come riconoscere una pelle grassa o mista? Prendete due fogli di carta igienica e premete il primo sulle zone che vi abbiamo già elencato sopra. Se notate una macchia oleosa, prendete il secondo foglio e premetelo sulla parte esterna delle guance. Se quest’ultimo non ha macchie, la vostra pelle è mista, se invece ne ha, la vostra pelle è grassa.

Come avere una pelle perfetta se si parte da un’epidermide mista o grassa

tonicoCominciamo da una buona notizia: avete decisamente il tipo di pelle a cui l’industria cosmetica ha dedicato il maggior numero di studi e di prodotti. Non sarà difficile, quindi, se volete lavorare su come avere una pelle perfetta, trovare ciò che fa per voi. Evitate, salvo che non indossiate del trucco davvero troppo pesante, di utilizzare detergenti aggressivi. Potete fare una doppia detersione con un prodotto a base oleosa seguito da uno schiumogeno. E potete utilizzare un tonico, meglio se a base di acido salicilico, che interviene sul sebo già prodotto.

Attenzione invece alla crema idratante: nel vostro caso è meglio scegliere una soluzione in gel. Come per la pelle secca, anche se non siete amanti dei rimedi naturali sarebbe opportuno utilizzare invece cosmetici a base naturale, o almeno a basso contenuto di siliconi, per evitare l’effetto comedogenico su una pelle che è già predisposta.

I rimedi per le macchie solari e altre problematiche più evidenti

Parliamo ora dei problemi “democratici”, che cioè colpiscono tutti i tipi di pelle. In quest’ambito troviamo macchie solari e macchie lasciate dai brufoli, ma anche le piccole cicatrici. Questi difetti sono talmente diffusi che, un po’ come per la pelle mista, si trovano davvero numerosissimi rimedi, naturali e non, per rendere la propria pelle perfetta, specie per i casi più lievi che non richiedono l’intervento di un dermatologo.

Parliamo anzitutto degli acidi, dal glicolico al mandelico fino al salicilico. Asciugano la pelle, la nutrono, e soprattutto rimuovono gli strati più superficiali, facendo sì che, piano piano, l’inestetismo venga sostituito da pelle “nuova” – e, quindi, perfetta – alla quale però dovrete prestare molta più attenzione, specie se non volete che il problema si ripresenti. Se la vostra ambizione è una pelle del viso davvero perfetta, mixate i vostri trattamenti utilizzando ogni giorno un tonico a base di acido salicilico e una crema idratante a base di vitamina C.

Una volta alla settimana, poi, fate una maschera a base di acido glicolico tenendola sul viso per almeno 15 minuti (attenzione: se comincia a pizzicare rimuovete subito o rischiate di danneggiare la vostra pelle).

Come avere una pelle perfetta: tutti i passaggi step by step

Lo abbiamo appena detto: la tecnica per avere una pelle perfetta è uguale per tutti i tipi di pelle. A cambiare sono solo i prodotti, che dovranno presentare dei principi attivi specifici a seconda di cosa si ha bisogno per migliorare la pelle del viso. Insomma, bellezza, ma personalizzata! Vediamo allora quali sono gli step per la cura della pelle.

La pulizia quotidiana

Sia che passiate tutto il giorno in giro con il make up, sia che la vostra giornata trascorra senza trucco e al riparo tra le mura domestiche, la prima risposta alla domanda “come avere una pelle perfetta?” è: dedicarsi a una pulizia quotidiana.

Ci sono diversi metodi per pulire la pelle:

  • La doppia detersione: si tratta di un tipo di pulizia in doppia fase, che prevede l’uso di un detergente a base oleosa e, dopo, di un detergente schiumogeno. Ideale per chi passa molto tempo tra lo smog e indossando il trucco, in quanto consente di eliminare ogni residuo di sporco e make up senza però risultare troppo aggressiva.

La doppia detersione può essere fatta con le mani, ma anche aiutandosi con una spugna naturale, con un panno in microfibra, o con un pad con setole in silicone. La coccola in più? Il pad in silicone vibrante che, oltre a pulire la pelle esegue un massaggio stimolante. Garantisce una pulizia profonda e in più rivitalizza la microcircolazione.

  • Il burro struccante: il burro struccante è un detergente a composizione cremosa, quasi solida. Annovera, tra i suoi punti di forza, il fatto che sia in grado di rimuovere facilmente anche il make up più resistente, come il mascara waterproof, rimanendo però delicato sulla pelle. Può essere usato da solo o al posto del detergente oleoso nella doppia detersione.
  • L’acqua micellare: è un’acqua all’interno della quale sono presenti microparticelle – le micelle, appunto – di detergente. È estremamente delicata, e risulta ideale, quindi, sia per le pelli che tendono alle irritazioni, sia per procedere alla detersione quando non si è indossato il trucco e non si è stati in mezzo allo smog.

pulizia-quotidiana

Tonificare e rivitalizzare la pelle

Una volta che la vostra pelle è ben pulita, e ogni traccia di sebo e make up è stata rimossa, è giunto il momento di ripristinare il film idrolipidico. Prima, però, concediamole una coccola in più. In questa fase la vostra pelle è al massimo della ricettività, ed è dunque il momento di applicare tutti quegli attivi che desideriate penetrino in profondità.

Chi ha la pelle grassa, può dedicarsi alla disinfezione dei pori e dei brufoli sottopelle applicando un tonico. Chi invece vuole dare un boost all’idratazione, bloccare l’invecchiamento cellulare, o avere una pelle polposa e luminosa, può applicare un siero con gli stessi principi attivi – o con attivi compatibili – della crema idratante.

Questa è anche la fase in cui dedicarsi al contorno occhi. In quest’area la pelle è molto sottile, e non bene irrorata. Di conseguenza ha bisogno di un aiuto in più. Anche nel contorno occhi si può applicare un siero prima della crema, magari picchiettando qualche goccia di caffeina per stimolare la biorivitalizzazione e contrastare borse e occhiaie.

Quando si parla di sieri, è particolarmente importante informarsi sui principi attivi. Questi prodotti si caratterizzano per una particolare efficacia, e spesso non sono compatibili con tutti i tipi di creme. L’ideale è differenziare tra notte e giorno – specie se usate il retinolo – così da dare alla vostra pelle perfetta un trattamento completo.

Attenzione: abbiamo descritto questa fase come se si trattasse di un solo passaggio, e come se i prodotti fossero alternativi tra loro. Questo dipende dal fatto che le pelli hanno tendenzialmente problematiche specifiche. Nulla però vi vieta, se ad esempio avete la pelle grassa e volete anche contrastare le prime rughe, di utilizzare sia un tonico che un siero idratante!

utilizzate-la-crema

Ripristinare il film idrolipidico: creme giorno e creme notte

Ed eccoci all’ultima fase del nostro trattamento quotidiano: la crema! Che sia “solo” idratante, seboregolatrice, nutriente o rimpolpante, la vostra crema è la vostra migliore alleata. Non solo i suoi attivi penetrano in profondità, ma questo è anche il prodotto che, formando un film sulla pelle, la protegge dagli agenti esterni. Per migliorare la pelle del viso, ma anche per proteggerla quindi.

Assunta l’importanza della crema, passiamo a qualche consiglio da professionisti. Per prima cosa: utilizzate la crema per dedicarvi un automassaggio biorivitalizzante. Applicatela stendendo sulla fronte dal centro verso i lati e verso l’alto, ed eseguite lo stesso movimento sia sulle guance che sulla mascella per un effetto lifting. Inoltre, potete darvi dei piccoli pizzicotti sul contorno occhi per la circolazione.

Inoltre, sapete che la pelle ha una sua tabella di marcia? Dalla mezzanotte in poi, comincia il processo di rigenerazione cellulare. Se, quindi, volete che il principio attivo della vostra crema abbia la massima efficacia, applicatela prima di mezzanotte. In questo modo la sua azione sarà potenziata al massimo. Ideale specie se volete eliminare macchie e rughe.

Infine, parliamo di principi attivi. Poiché potreste aver bisogno di più di un attivo, e magari non trovarli tutti insieme nello stesso prodotto, il consiglio è quello di differenziare. Acquistate una crema più nutriente e con attivi più “aggressivi” per la notte (un esempio classico è il retinolo), e usate invece un prodotto più leggero per il giorno.

Dall’SPF alla maschera: i trucchi per mantenere la pelle sempre al meglio

Bene, ora che sapete come avere una pelle perfetta con il trattamento di bellezza quotidiano, possiamo passare a qualche consiglio più avanzato per chi ha delle problematiche specifiche o vuole dedicarsi una coccola in più per una pelle perfetta davvero.

  • Per prima cosa, anche se piove e fa freddo, mai uscire senza aver indossato la protezione solare. Non è necessario applicare la crema SPF 50 che si usa in spiaggia, ma è indispensabile applicare un idratante o dei trucchi con fattore di protezione, in quanto il sole è il primo responsabile dell’invecchiamento cellulare, e i raggi UVA filtrano anche dalle finestre o quando il cielo è nuvoloso.
  • Almeno una volta alla settimana, poi, concedetevi una bella maschera. Il semplice fatto di dover passare venti minuti in assoluto riposo farà apparire la pelle più bella. Le maschere inoltre presentano dei principi attivi più concentrati, e danno un boost alla vostra beauty routine quotidiana. Potete sceglierle idratanti, o con gli stessi effetti specifici dei prodotti che usate ogni giorno.
  • Quando poi ci sono già le prime rughe – vale anche per gli anelli di venere del collo, e per un decolté che tende a mostrare i segni della vostra posizione nel sonno – non esitate a utilizzare dei prodotti acidi e leggermente esfolianti per le maschere. In questo caso dovete però poi compensare con dei prodotti nutrienti.

Infine: capitolo collo e decolté. Si tratta di zone che vengono esposte tanto quanto il viso, e quindi subiscono lo stesso processo di invecchiamento. Tuttavia, non sempre ci facciamo caso. Il risultato è di trovarsi con un viso pieno e luminoso, e un collo che tradisce invece una certa incuria, insomma, tutt’altro che una pelle perfetta. Cosa fare?

L’ideale è utilizzare la crema viso anche sul collo e sulla scollatura, fino all’incavo del seno. Ma è ancor più indicato, poiché la pelle intorno e sotto alle clavicole è più sottile, utilizzare un prodotto con principi attivi che agiscano nella parte più profonda del derma nutrendo e stimolando la pelle.

E ora: godetevi la vostra pelle perfetta!

giovanna
Giovanna Costahttps://mirodia.it
Appassionata di cosmesi sin da piccola, tanto da averne fatto il suo percorso non solo di studi, ma anche di vita, a Giovanna Costa dobbiamo nientepopodimeno che l’ideazione di questo blog.

Gli ultimi articoli