lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeCapelliPrurito al Cuoio Capelluto: 8 Rimedi della Nonna

Prurito al Cuoio Capelluto: 8 Rimedi della Nonna

prurito-al-cuoio-capelluto-8-rimedi-della-nonna

Il prurito al cuoio capelluto è un disagio estremamente fastidioso, soprattutto se non se ne conoscono le cause.

Per lenire leggermente i fastidi, molte persone ricorrono prodotti lenitivi e idratanti per nutrire i capelli.

Tuttavia, tali prodotti non sono molto efficaci in caso di prurito del cuoio capelluto intenso e persistente.

Per questo motivo, in questo articolo abbiamo raccolto per voi i migliori rimedi della nonna per il prurito al cuoio capelluto.

Vedremo, insieme, inoltre, quali potrebbero essere le cause e come lenire il prurito al cuoio capelluto con rimedi naturali.

Cos’è il prurito al cuoio capelluto

Questo tipo do prurito è un disturbo molto comune e non è altro che una reazione all’infiammazione della pelle del cuoio capelluto. In alcuni casi può anche essere dovuto a un’infezione o a un fungo. Pertanto, non esiste una causa univoca.

D’altra parte, il prurito cutaneo può manifestarsi in periodi molto brevi, in periodi più prolungati o stagionalmente, e può variare da individuo a individuo. Pertanto, prima di ricorrere a uno dei rimedi della nonna per il prurito al cuoio capelluto, è necessario capire quali possono essere le possibili cause scatenanti.

Tenete presente che, così come vi prendete cura della pelle del viso e del corpo, dovreste prestare la stessa attenzione al cuoio capelluto. Prima di passare ai rimedi naturali per il prurito alla testa, Di seguito sono riportate, quindi, le possibili cause legate questa condizione.

Quali sono le cause del prurito al cuoio capelluto

Le cause del prurito al cuoio capelluto possono essere molteplici: da un’infiammazione della pelle o a un’infezione del cuoio capelluto. Identificare quale sia la causa scatenante è quindi il punto di partenza per lenire il prurito alla testa con i migliori rimedi casalinghi.

Vediamo, quindi, insieme quali possono essere le possibili cause del prurito al cuoio capelluto.

Forfora e dermatite seborroica

Questo è uno dei motivi più comuni del prurito al cuoio capelluto. In questo caso, la forfora crea una piccola desquamazione del cuoio capelluto che provoca un’infiammazione.

Tuttavia, con il tempo, la forfora si può evolvere in dermatite seborroica. In questo caso si formano lesioni squamose e gonfie che possono estendersi non solo su tutta la testa ma anche su altre parti del viso come, ad esempio, dietro le orecchie o sulle sopracciglia.

La dermatite seborroica è una condizione che può peggiorare qualora non si usino i prodotti giusti per curarla. Ma non preoccupatevi, di seguito vi daremo alcuni consigli per lenire la dermatite del cuoio capelluto con i rimedi della nonna!

Psoriasi

Si tratta di una malattia infiammatoria che ha un impatto significativo sul sistema immunitario. I sintomi della malattia comprendono bruciore, secchezza cutanea e desquamazioni biancastre. In alcuni casi si osservano anche chiazze rosse eritematose.

Va notato che la psoriasi colpisce varie parti del corpo, compreso il cuoio capelluto. È quindi necessario sottoporsi a esami o consultare il parere di uno specialista per una diagnosi accurata.

Sole e calore

I raggi solari, le scottature e il calore sono fattori da considerare quando si hanno problemi al cuoio capelluto. In effetti, la testa è la zona del corpo che tende a bruciarsi di più a causa dei raggi UV.

Pertanto, l’esposizione costante al sole e al calore può causare l’irritazione e la desquamazione della pelle. E questo, ovviamente, provoca prurito.

Stress

Sì, anche lo stress è un fattore determinante per il prurito alla testa! Questo, infatti, agisce direttamente sui disturbi legati al cuoio capelluto e può causare prurito generalizzato in tutto il corpo.

Le conseguenze non sono però le stesse per tutto: talvolta lo stress potrebbe causare l’indebolimento del fusto del capello, causandone la caduta. Altre volte, e questo potrebbe essere il vostro caso, potrebbe causare invece molto prurito, con conseguente desquamazione e infiammazione.

Infezioni

Le infezioni sono in realtà legate a condizioni diverse: possono essere causate da cause naturali, come batteri e funghi, o da una scarsa igiene del cuoio capelluto. Un’infezione molto diffusa è la follicolite, che si verifica quando i batteri infettano il follicolo pilifero.

Pidocchi

Senza dubbio è obbligatorio inserire queste piccoli insetti nell’elenco delle cause del prurito al cuoio capelluto. I pidocchi sono solitamente più diffusi tra i bambini. Tuttavia, non è escluso che un adulto possa prenderli.

Il prurito è dovuto al fatto che gli insetti si spostano sui capelli e depongono le uova, il che, oltre ad essere estremamente fastidioso, è anche difficile da eliminare e molto contagioso!

Coloranti o tinture chimiche

I trattamenti di colorazione dei capelli contengono molte sostanze chimiche dannose per il cuoio capelluto. Questa è una delle principali cause di prurito e bruciore, soprattutto se non ci si prende adeguatamente cura dei capelli. Il prurito, inoltre, può peggiorare se non c’è una buona igiene e se il trattamento non viene da una persona con poca esperienza.

Il prurito può anche essere dovuto anche a un’allergia o a un’intolleranza ai componenti del prodotto. Questo provoca, tra l’altro, irritazione, bruciore e desquamazione diffusa.

eliminare-il-prurito

Come eliminare il prurito al cuoio capelluto con rimedi della nonna

Ora che conoscete le possibili cause del prurito al cuoio capelluto, ecco alcuni dei migliori rimedi naturali per il prurito alla testa.

Continuate a leggere e scoprirete validi rimedi della nonna contro la desquamazione del cuoio capelluto, e contro altri fastidi come secchezza cutanea, bruciore e irritazione. Questi rimedi vi aiuteranno a eliminare il prurito alla testa, oltre ad avere molti benefici per il vostro cuoio capelluto e per la vostra chioma.

Che aspettate a lora? Iniziate a leggere!

Rimedio 1: Aloe vera

Uno dei più apprezzati rimedi della nonna per il prurito al cuoio capelluto è senza dubbio l’aloe vera. Questa pianta naturale ha molte proprietà benefiche per il corpo e per i capelli. Per eliminare il prurito alla testa con l’aloe vera dovete:

  • Applicare degli impacchi di aloe sul cuoio capelluto
  • Massaggiare delicatamente e uniformemente
  • Lasciare agire per 30 minuti
  • Lavare i capelli come di consueto

Questo basterà a lenire il bruciore e a idratare l’intera area interessata, oltre a rimuovere le tossine nocive dalla pelle!

Tuttavia, esistono anche altri due rimedi casalinghi per il prurito alla testa a base di aloe vera che potete provare. Vediamo insieme di cosa si tratta:

  • Aloe vera e camomilla: mescolare 3 cucchiai di gel di aloe vera con almeno 7 gocce di olio essenziale di camomilla. Si può applicare sui capelli bagnati e lasciare in posa per almeno 20 minuti. Questo rimedio è ideale per lenire il prurito e far guarire il cuoio capelluto.
  • Aloe vera e cagliata: le proprietà di entrambi i prodotti sono ideali per eliminare il prurito alla testa, curare il cuoio capelluto, eliminare la forfora, prevenire la caduta dei capelli e dare loro forza. Per prepararlo, tritare l’aloe vera in un frullatore fino ad ottenere un gel. Mescolare quindi 3 cucchiai di gel d’aloe con una tazza di cagliata. Infine, applicare la maschera sui capelli, lasciare agire per un’ora e poi fare lo shampoo.

Rimedio 2: Tuorlo d’uovo

Sapevate che i tuorli d’uovo sono ricchi di sostanze nutritive, vitamine, minerali e acidi grassi che fanno bene al cuoio capelluto? Sono, infatti, ottimi per eliminare il prurito e la secchezza della testa!

A questo proposito, si consiglia di utilizzare 2 o 3 tuorli d’uovo prima dello shampoo abituale. La quantità esatta dipende dalla lunghezza dei vostri capelli.

Vi consigliamo di applicare i tuorli come maschera prima della doccia, attendere almeno 30 minuti e poi lavare bene i capelli con i vostri prodotti abituali.

Rimedio 3: Aceto di mele

È uno dei migliori ingredienti naturali che si possano usare sia per la cura della pelle che per i capelli. E già che ci siamo, l’aceto di sidro di mele è ottimo per lenire il prurito del cuoio capelluto e la secchezza della pelle in generale. Ciò è dovuto alle sue ottime proprietà antifungine e antinfiammatorie. Ebbene sì, è proprio quello che ci vuole!

Inoltre, l’aceto di mele è un ottimo rimedio della nonna per la desquamazione del cuoio capelluto. Per lenire il prurito alla testa con l’aceto di mele dovrete aggiungere 2 cucchiai di aceto di sidro di mele a mezzo litro di acqua calda e utilizzare questa miscela come ultimo risciacquo ogni volta che fate lo shampoo. Noterete che il prurito scomparirà in pochissimo tempo!

aceto-di-mele-cuoio-capelluto

Rimedio 4: Bicarbonato

Sapevate che potete utilizzare anche il bicarbonato per il prurito al cuoio capelluto? Il bicarbonato, infatti, è l’ideale per vari problemi della pelle, come la psoriasi e l’acne.

Per eliminare il prurito al cuoio capelluto con il bicarbonato, riempite la vasca da bagno e aggiungete qualche cucchiaio di bicarbonato di sodio. Fate quindi un lungo bagno e lasciare in ammollo i capelli per almeno 40 minuti. Dopo di che, risciacquate abbondantemente con acqua e lasciare asciugare i capelli all’aria.

Se non avete una vasca da bagno, potete eseguire la stessa procedura nel lavandino e lasciare i capelli in ammollo per almeno 10 minuti. Senza dubbio, il bicarbonato di sodio per il prurito del cuoio capelluto sarà la soluzione definitiva ai vostri problemi di pelle.

Rimedio 5: Infuso alla calendula

La calendula è nota per essere una pianta medicinale con proprietà lenitive. Pertanto, viene utilizzata per trattare le irritazioni e le infiammazioni della pelle.

Il problema principale in questo caso è che non è sempre facile reperire prodotti per la cura personale a base di calendula. L’opzione migliore è quindi quella di preparare un infuso naturale a base di calendula.

Una volta pronto, lavate i capelli e utilizzate l’infuso di calendula come se fosse un balsamo o una crema. Ricordate, però, di non risciacquarlo dopo!

Rimedio 6: Olio essenziale di menta

Proprio come l’aceto di sidro di mele per il prurito alla testa, anche l’olio essenziale di menta piperita è l’ideale per trattare questa condizione. Si dà il caso che questo prodotto abbia molteplici benefici, tra i quali:

  • Ha un effetto antinfiammatorio
  • Previene la caduta dei capelli
  • Lenisce le infezioni del cuoio capelluto
  • Regola l’eccesso di sebo nei capelli
  • Attiva la circolazione sanguigna per capelli forti e sani

Se volete curare la dermatite del cuoio capelluto con i rimedi della nonna, dovete assolutamente provare l’olio essenziale di menta piperita. A tal fine, aggiungete 5 gocce di prodotto per 100 ml di shampoo. Poi, lavate i capelli come fate di solito e il gioco è fatto! Vedrete ottimi risultati in poco tempo.

Rimedio 7: Olio d’oliva caldo

Anche se sembra un po’ strano, l’olio d’oliva caldo è un vecchio trucco della nonna per eliminare le croste che si formano sul cuoio capelluto e che causano prurito. È anche un ottimo ingrediente per ammorbidire i capelli e la pelle.

Per ottenere i risultati desiderati, scaldate un po’ di olio d’oliva tra le mani strofinandole tra loro per qualche minuto. Applicate quindi il prodotto sulle aree interessate e lasciarlo agire per almeno 2 ore. Trascorso questo tempo, lavate i capelli come di consueto.

Rimedio 8: Olio di cocco e tea tree

Grazie alle proprietà contenute in entrambi gli oli, questa è considerata una delle miscele miracolose per funghi e batteri del cuoio capelluto. Vi consigliamo comunque di fare una prova su una piccola area, per assicurarsi di non avere reazioni avverse.

Per preparare la maschera mescolate 3 cucchiai di olio di cocco con 7 gocce tea tree oil e applicate questa miscela sui capelli prima di andare a letto. Il mattino dopo, potete lavare i capelli come di consueto.

Addio al prurito con alleati naturali

Senza dubbio, rimedi naturali per il prurito alla testa come il bicarbonato di sodio, l’aloe vera o l’aceto di sidro di mele, oltre a lenire i fastidi provocati dalla desquamazione e dalle irritazioni del cuoio capelluto, sono l’ideale per curare i capelli e dare loro un aspetto forte e sano.

Queste sostanze, infatti, oltre ad idratare il cuoio capelluto, forniscono al fusto capillare tutti i nutrienti di cui ha bisogno. Che aspettate allora? Scegliete uno dei rimedi naturali che abbiamo elencato nei paragrafi precedenti e correte a provarli per dire addio al prurito alla testa!

sara-mirodia
Sara Leone
È la super esperta di Mirodia per tutto ciò che riguarda i prodotti biologici, e da sempre studia la combinazione e le interazioni tra i prodotti naturali. Nessuna etichetta sfugge al suo occhio attento, ed è in grado di consigliare il miglior prodotto per ogni tipo di esigenza.

Gli ultimi articoli