lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeVisoRadiofrequenza Viso: Cos'è e Come Funziona

Radiofrequenza Viso: Cos’è e Come Funziona

radiofrequenza-viso

È del tutto normale che, con il passare degli anni, delle piccole imperfezioni legate all’età comincino a fare capolino sul viso.

Ciò è un segno di invecchiamento molto comune e non comporta alcun tipo di rischio per la salute.

Naturalmente, il fatto che sia del tutto normale non significa che ci piaccia vedere quelle piccole imperfezioni sulla pelle.

Per questo motivo, la medicina estetica ha ideato alcuni trattamenti per ridurne la visibilità, tra cui la radiofrequenza viso.

Continuate a leggere per scoprire cos’è la radiofrequenza, e quali sono i vantaggi, gli svantaggi e le eventuali controindicazioni.

Cos’è e come funziona la radiofrequenza viso

La radiofrequenza viso è un trattamento di bellezza scelto da molte persone per mantenere la propria pelle giovane e levigata.

Vediamo insieme nel dettaglio cos’è la radiofrequenza viso e come funziona.

Come abbiamo già accennato, con radiofrequenza viso ci si riferisce a un trattamento medico che mira a contrastare i segni dell’invecchiamento. Va notato, inoltre, che la radiofrequenza viso non è invasiva e che la procedura è completamente indolore e non comporta nessun rischio per la salute.

In altre parole, la radiofrequenza viso (o lifting senza bisturi) è un trattamento in cui le onde radio vengono applicate con il calore. Queste stimolano i fibroblasti della pelle, inducendoli a produrre nuovo collagene, elastina e acido ialuronico.

D’altra parte, questo tipo di trattamento estetico non viene eseguito solo sul viso, ma può essere applicato anche su tutto il corpo. La radiofrequenza è quindi un trattamento che può essere eseguito dal collo all’addome e dal décolleté alle gambe.

In questo caso, la radiofrequenza viso agisce con uno shock termico causato dal calore, che raggiunge il corpo grazie alle onde elettromagnetiche, stimolando la vasodilatazione. Questo è più che sufficiente perché il corpo reagisca positivamente, facendo circolare meglio il sangue e riducendo così le rughe.

Quali sono i tipi di radiofrequenza viso

Ora che sabbiamo chiarito cos’è la radiofrequenza viso, è importante conoscere i diversi tipi di trattamento disponibili nell’ambito della medicina estetica.

Esistono due tipi diversi di radiofrequenza viso professionale, quindi è possibile scegliere quello più adatto alle proprie esigenze. Naturalmente, è possibile consultare un professionista per scoprire quale sia il più adatto a voi e alla parte del corpo da trattare.

Inoltre, potete anche chiedere allo specialista se è possibile eseguire il trattamento di radiofrequenza facciale a casa. In questo modo, non dovrete necessariamente recarvi presso un centro estetico per eseguire questo tipo di procedura, ma potrete godervi il trattamento comodamente da casa vostra.

Senza ulteriori indugi, ecco quali sono le due tipologie e a cosa serve la radiofrequenza in entrambi i casi.

Radiofrequenza bipolare

Cominciamo con la radiofrequenza viso bipolare, un tipo di trattamento generalmente utilizzato per contrastare le rughe e altri inestetismi di viso, mani e collo.

In questo caso, il trattamento si esegue utilizzando un accessorio portatile che trasferisce cariche elettriche alla pelle e ai tessuti per mezzo di elettrodi positivi e negativi. Trasferendo la carica elettrica sulla pelle del paziente, si genera energia termica (calore) che si diffonde attraverso gli strati della pelle, nell’epidermide e nel derma.

Radiofrequenza monopolare

A differenza della precedente, la radiofrequenza monopolare viene eseguita per contrastare la cellulite e contrastare la lassità della pelle di viso e decolleté.

In questo caso, la macchina o il manipolo contengono un singolo elettrodo positivo. Per poter trasferire le cariche elettriche al corpo, lo strumento da utilizzare deve avere una piastra di ritorno a diretto contatto con la pelle, vicino all’area in cui viene eseguita la radiofrequenza.

Durante il processo, il calore generato penetra in profondità, raggiungendo il tessuto adiposo noto anche come ipoderma. In questo modo gli effetti positivi si diffondono fino a questo strato della pelle, rendendo il trattamento ideale per la cellulite.

Come si svolge la radiofrequenza viso

Naturalmente, gli operatori sanitari che eseguono questo tipo di procedura devono essere ben formati per eseguirla in modo efficace. In ogni caso, vi spieghiamo come funziona la radiofrequenza viso, in modo che siate consapevoli di tutti i possibili passaggi a cui sarete sottoposti.

Prima di tutto, bisogna capire che la radiofrequenza svolge la sua azione riparatrice attraverso il calore, ovvero applicando energia termica alla pelle. Ciò è reso possibile grazie alle correnti elettromagnetiche e alla loro diffusione nei diversi strati della pelle.

Il calore della radiofrequenza attraversa sia l’epidermide che il derma, i due strati più esterni della pelle. Questo provoca la denaturazione termica delle proteine del corpo, responsabili della formazione del collagene necessario per la pelle e per le fibre.

Il processo di radiofrequenza facciale stimola anche i fibroblasti, favorendo la sostituzione del collagene danneggiato o vecchio con nuovo collagene. Per di più, il trattamento produce anche fibre elastiche e glicosaminoglicani. Questi due componenti sono necessari per una pelle tonica, giovane e compatta.

Inoltre, se il calore emanato dalle scariche elettriche raggiunge il tessuto adiposo più profondo, i benefici della radiofrequenza viso sono maggiori. In questo caso, infatti, si riducono sia la stasi microcircolatoria che l’accumulo di liquidi a livello interstiziale. In altre parole, si evitano gli edemi.

Al momento dell’intervento non viene utilizzata alcuna anestesia, poiché si tratta di un trattamento estetico completamente indolore. Tuttavia, se lo specialista lo ritiene necessario, è possibile applicare un unguento sulle aree interessate. A contatto con la macchina, infatti, si avverte una sensazione di calore, che si mantiene durante i 20-40 minuti di trattamento.

Infine, se lo specialista lo ritiene necessario, si possono applicare prodotti cosmetici per potenziare gli effetti di ringiovanimento.

Quali sono i vantaggi della radiofrequenza viso

Sebbene alcuni sostengano che la radiofrequenza al viso è pericolosa, se la procedura viene eseguita da un professionista della salute, non apporta che ottimi benefici alla pelle. Ma la radiofrequenza al viso funziona davvero? Di seguito vi illustriamo i vantaggi di questo tipo di procedura:

  • Rassoda la pelle grazie alla produzione di collagene. Pertanto, riduce le rughe sul viso e su altre parti del corpo.
  • Combatte e previene i danni causati dai raggi UV.
  • Ha enormi benefici per la lassità cutanea e il contorno del viso.
  • Riduce le zampe di gallina intorno agli occhi e le piccole rughe di espressione.
  • Snellisce il viso, grazie alla riduzione del tessuto adiposo.
  • A differenza di altre procedure cosmetiche, è indolore e non invasiva.
  • Conferisce alla pelle un effetto lifting.
  • Scolpisce le forme del corpo.
  • Grazie alle scariche elettriche che raggiungono l’ipoderma, riduce la cellulite edematosa e fibrosa.
  • Riduce il gonfiore e ripristina l’elasticità della pelle.

Tenete presente, infine, che i risultati sono visibili generalmente dopo alcune sedute, anche se alcune persone li notano immediatamente. Anche lo stile di vita, inoltre, ha un’influenza significativa. Ad esempio, una dieta equilibrata, l’esercizio fisico e una sana routine quotidiana possono migliorare sensibilmente i risultati.

Quali sono gli svantaggi della radiofrequenza viso

Naturalmente, non è tutto oro quel che luccica e, come per ogni cosa, è necessario valutare i pro e i contro della radiofrequenza al viso.

Ecco, quindi, alcuni svantaggi da non sottovalutare:

  • Al termine del trattamento, per alcune ore può comparire un lieve rossore nell’area interessata.
  • I risultati di solito non sono visibili immediatamente, per cui è necessario applicare questo trattamento in diverse sedute.
  • In alcuni casi, dopo l’applicazione della radiofrequenza viso, si può verificare un gonfiore temporaneo.
  • A volte possono verificarsi formicolii, bruciori o fastidi, soprattutto in caso di pelle molto sensibile.
  • Alcuni dicono che, se eseguita troppo spesso, la radiofrequenza viso può provocare danni a lungo termine. Tuttavia, non esistono studi a sostegno di questo effetto collaterale.

Quali sono le controindicazioni della radiofrequenza viso

Come per qualsiasi altro tipo di trattamento estetico o medico generale, ci sono alcune precauzioni da non trascurare. Per questo motivo, vi lasciamo questa sezione con le controindicazioni della radiofrequenza facciale.

In questo senso, la radiofrequenza non può essere seguita in caso di:

  • Pazienti con pelle lesa o con ferite non guarite al 100%.
  • Pazienti con infiammazioni o infezioni in corso.
  • Persone con pelle molto sensibile.
  • Pazienti affetti da patologie come il diabete o l’epilessia.
  • Pazienti con vene varicose, flebite, tromboflebite.
  • Pazienti affetti da patologie cardiovascolari, come l’ipertensione e l’aritmia cardiaca.
  • Pazienti con pacemaker, protesi elettriche o metalliche e portatori di pacemaker.
  • Donne in stato di gravidanza o che sospettano di essere incinte.
  • Donne che allattano al seno.
  • Casi in cui il medico specialista sospetta una condizione dannosa o che influisce sul trattamento.

D’altra parte, anche se non si tratta di una controindicazione, si consiglia di eseguire questo tipo di trattamento presso centri professionali di medicina estetica. Dopo tutto, si tratta di strutture che dispongono di personale qualificato e delle attrezzature necessarie per questo tipo di procedura. Ricordate che, sebbene la radiofrequenza facciale non sia una procedura invasiva, si tratta comunque di un processo importante per la vostra salute fisica.

Tenete presente che, se vi rivolgete a un centro non autorizzato o con personale non adeguatamente formato, potreste imbattervi negli effetti collaterali della radiofrequenza al viso a causa di una negligenza. Alcuni esempi sono: ustioni cutanee, gonfiore e arrossamento anomalo delle aree trattate.

Pertanto, prima di sottoporsi a questo tipo di procedura, è bene accertarsi della professionalità dei medici che eseguono il trattamento. Un fattore determinante può essere il costo della radiofrequenza viso: più sarà economica, meno sarà sicura.

trattamento-presso-centri-professionali

Quanto costa la radiofrequenza viso

Passiamo adesso ai costi della radiofrequenza facciale. La verità è che i prezzi variano notevolmente a seconda del paese e della città in cui ci si trova. Inoltre, anche il numero di sessioni e il personale che le esegue sono fattori da considerare.

Come ci si può aspettare, più il personale è qualificato, più il trattamento sarà costoso. Tuttavia, il lavoro eseguito da personale qualificato vi darà garanzie che i trattamenti più economici non saranno in grado di offrirvi.

Ricordate anche che i trattamenti di radiofrequenza possono essere eseguiti su qualsiasi parte del corpo, quindi più grande sarà l’area da trattare, più alto sarà il prezzo. Per questo motivo, è un po’ complicato stimare un prezzo per questo tipo di trattamento estetico.

Per darvi un’idea, negli Stati Uniti nel 2020 il prezzo era stimato tra i 1000 e i 4000 dollari. Ovviamente, i prezzi aumentano in base alla grandezza delle parti del corpo da trattare.

Nel 2021, nel continente europeo, il prezzo di ogni seduta oscillava tra i 300 e i 350 euro. Nei centri estetici non specializzati, i prezzi erano invece compresi tra 100 e 200 euro.

Domande Frequenti

Con tutte le informazioni che vi abbiamo fornito, probabilmente siete già esperti di radiofrequenza facciale, del suo funzionamento e dei benefici che apporta alla vostra pelle. Tuttavia, sappiamo che potreste avere ancora dei dubbi al riguardo.

Per questo motivo vi lasciamo con alcune domande frequenti, che possono essere di grande aiuto per chiarirvi le idee.

La radiofrequenza è dolorosa?

Come abbiamo già detto, la radiofrequenza viso è una procedura estetica indolore. Ciò significa che non sentirete alcun disagio durante il processo.

In ogni caso, è necessario sapere che è normale avvertire un leggero formicolio e un arrossamento della pelle dopo il trattamento. Questo può essere un po’ fastidioso, ma il disagio scompare poche ore.

Naturalmente, è necessario considerare anche le controindicazioni. Ad esempio, se ci si sottopone a questo tipo di trattamento in caso di pelle eccessivamente sensibile, è possibile che si percepiscano dolori o fastidi durante il processo.

Quanto dura una sessione di radiofrequenza viso?

La verità è che non esiste una durata precisa per le sedute di radiofrequenza. Vi ricordiamo che esistono due tipi diversi radiofrequenza e che, a seconda della parte del corpo da trattare, la durata del trattamento può variare.

Per dare un’idea generale, una seduta di radiofrequenza facciale dura solitamente tra i 20 e i 40 minuti. L’aspetto positivo di queste brevi sessioni è che, una volta terminate, è possibile svolgere qualsiasi tipo di attività. In altre parole, non è necessario un periodo di convalescenza o di recupero.

Si può fare la radiofrequenza dopo il botox?

Anche se eseguiti in maniera completamente diversa, la radiofrequenza facciale e il botox sono entrambi interventi di medicina estetica che possono essere eseguiti da professionisti qualificati.

Per rispondere alla vostra domanda, la verità è che si può fare la radiofrequenza dopo il botox. È molto comune, infatti, eseguire entrambe le procedure. Ma attenzione! Evitate di farlo a distanza troppo ravvicinata. In genere, si consiglia di attendere da 15 a 30 giorni dopo il botox prima di procedere con una seduta di radiofrequenza viso.

In questi casi, non esistono altre controindicazioni oltre a quelle già citate. Rimane comunque necessario tenere presente che l’elettrostimolazione non può essere eseguita sull’area sottoposta a botox, in quanto attiverebbe nuovamente il muscolo e l’effetto del trattamento precedente andrebbe perso.

È possibile eseguire la radiofrequenza viso a casa?

Al giorno d’oggi esistono diversi tipi di macchinari che permettono di eseguire la radiofrequenza viso a casa. Anche questi dispositivi funzionano sfruttando le onde elettromagnetiche, che stimolano la produzione di nuovo collagene.

Tuttavia, un aspetto da considerare è che le apparecchiature di radiofrequenza fai da te non hanno la stessa intensità di quelle utilizzate nei centri di medicina estetica professionali. Per questo motivo, è più difficile vedere i risultati, anche se con perseveranza e costanza diventano visibili.

In questo senso, si consiglia di utilizzare il dispositivo di radiofrequenza almeno 10 minuti al giorno per 3 settimane per vedere i risultati. Inoltre, per ottenere risultati ottimali, è necessario considerare aspetti quali il tipo di pelle e lo stile di vita.

I trattamenti a radiofrequenza sono davvero sicuri?

La sicurezza di un trattamento a radiofrequenza dipende dalle competenze del personale. Ad esempio, esistono centri estetici in cui gli operatori non sono medici specializzati in questo settore.

Naturalmente, se si opta per un trattamento più economico, si rischia di mettere a repentaglio la propria sicurezza e la propria salute. Si potrebbe andare incontro, infatti, a rischi quali arrossamenti e ustioni.

Si deve inoltre considerare che, sebbene il trattamento a radiofrequenza sia completamente sicuro, non ci si può sottoporre ad esso in presenza di controindicazioni come quelle menzionate sopra. Se decidete comunque di correre il rischio e di sottoporvi al processo, vi consigliamo di spiegare bene il vostro quadro clinico allo specialista, il quale saprà cosa consigliarvi e come procedere.

C’è un limite di età per le sessioni di radiofrequenza?

In realtà, non esiste un limite di età per le sedute di radiofrequenza al viso. L’importante è che non rientriate nell’elenco dei pazienti che non possono sottoporsi a questo trattamento, di cui abbiamo parlato nella sezione relativa alle controindicazioni.

Se vi state chiedendo a che età è consigliabile iniziare ad eseguire la radiofrequenza viso, l’età ideale è tra i 30 e i 40 anni. Questo perché a quell’età iniziano a comparire sul viso le prime imperfezioni come le zampe di gallina e le rughe di espressione.

eta-per-le-sessioni-di-radiofrequenza

Quante sedute di radiofrequenza occorre praticare per avere risultati?

Come ci si può aspettare, il numero di sedute di radiofrequenza viso da eseguire dipende dai risultati che si vogliono ottenere e dalle imperfezioni e le rughe che avete sul viso.

Ricordate che ogni caso è soggettivo, quindi deve essere il professionista estetico a stabilire il numero di sedute in base al vostro tipo di pelle.

Tuttavia, per darvi un’idea, la media di sedute per iniziare a notare i primi risultati è compresa generalmente tra le 3 e le 5 sedute. In genere, il cambiamento si nota a partire dalla terza settimana dopo l’inizio del trattamento.

Alcuni centri specializzati consigliano, invece, da 7 a 10 sedute, in modo che il risultato si mantenga molto più a lungo. Dopo di che, è necessario organizzare sedute a intervalli di tempo più per eseguire dei piccoli ritocchi.

giovanna
Giovanna Costahttps://mirodia.it
Appassionata di cosmesi sin da piccola, tanto da averne fatto il suo percorso non solo di studi, ma anche di vita, a Giovanna Costa dobbiamo nientepopodimeno che l’ideazione di questo blog.

Gli ultimi articoli